Come riutilizzare efficacemente i fondi di caffè

Il caffè è ciò che quasi tutti noi utilizziamo per svegliarci al mattino e per superare indenni la sonnolenza pomeridiana. E’ una bevanda che ci accompagna ogni giorno e il solo pensare di non poterne avere neanche una goccia, ci terrorizza! Ogni volta che ci prepariamo un caffè, produciamo i cosiddetti fondi, una materia sabbiosa che tendiamo a considerare scarica e di poco valore. Tuttavia i fondi di caffè sono ancora estremamente versatili e utili, per cui di seguito vi illustreremo l’ampia gamma di utilizzi che forse ignorate!

In Giardino

– Concime
I fondi di caffè contengono moltissimi minerali – ferro, magnesio, azoto e potassio potassio – che sono ottimi per fertilizzare piante acidofile, come ad esempio le azalee, rose, camelie e rododendri. Prima di piantare i fiori, spargetene un paio insieme alla terra e vedrete come cresceranno rigogliosi!

– Per proteggere le piante
Fate seccare i fondi e mescolateli ai semi prima di piantarli oppure spargeteli direttamente nei vasi. Vi aiuteranno a tenere lontani vari insetti e lumache. 

In Casa

– Pulizia
Strofinate il fondo delle pentole o delle griglie incrostate di grasso con i fondi di caffè, aiutandovi con una spugnetta. In questo modo lo sporco verrà rimosso facilmente e spariranno odori fastidiosi.

– Contro i cattivi odori
Seccate i fondi di caffè e metteteli in una ciotola o un sacchettino di tessuto ben chiuso. In questo modo saranno in grado di eliminare cattivi odori e profumare diversi ambienti come la scarpiera, il frigorifero o anche l’auto!
Avete tagliato dell’aglio o trattato del pesce? Continuate a lavarvi le mani, ma le dita non perdono il cattivo odore? No problem: strofinatevi le mani con il fondo di caffè e poi risciacquatele, risultato assicurato.

– Fai da te
Unite i fondi di caffè con dell’acqua, munitevi di pennello o spazzolino e dipingete i graffi su vecchi mobili in legno scuro. 

Bellezza e Benessere

– Maschera per viso
Mescolate i fondi di caffè essiccati con un cucchiaino di olio di cocco e applicate il composto sul viso per 10 minuti; risciacquate con acqua tiepida.

– Cellulite
Volete provare un trattamento a costo quasi zero e fatto in casa? Mescolate fondi di caffè, olio di cocco o di oliva e zucchero di canna. A questo punto applicate il composto per circa un quarto d’ora per un totale di un paio di volte a settimana.

– Capelli
Ecco l’occorrente per preparare un impacco per i vostri capelli castani o neri:
– due cucchiai di fondi di caffè essiccati
– tre cucchiai di olio di jojoba
Miscelate gli ingredienti e applicate il composto sui capelli, lasciandolo in posa per mezz’ora prima di sciacquare e lavare la capigliatura. Il processo servirà a rinforzarli e a ravvivare il colore naturale!

———

Most of us drink coffee especially in the morning to help our body wake up or even after lunch to boost our productivity at work. It is a popular hot drink that is part of our daily routine and the idea of not being able to drink it everyday, sounds terrible! Everytime we make coffee, we produce coffee ground, a sandy matter that we usually consider dead and useless. However coffee grounds are still very valuable and versatile, so, here are some ways on how you can use them!

Garden

– Fertilizer
Coffee grounds are rich in minerals – such as iron, magnesium, nitrogen and potassium – which are perfect for fertilizing acidophilic plants as azalea, rose, camellia and rhododendron. Before planting the flowers, add some to the soil and you will see how they will grow strong!

– To protect the plants 
First let the coffee grounds dry and then mix them with the seeds before planting them or you can even put some on the top of the soil. They will help you keep away several insects and snails.

Home

– Housecleaning
Rub the bottom of the pots or grates encrusted with grease with some coffee grounds by using a sponge. This way the dirt will be removed easily and bad smells will disappear. 

– Bad smells
Dry the coffee grounds and put them in a bowl or a fiber bag well closed. Put it in the fridge, in the car or in a shoe cabinet and this trick will help you prevent bad smells. 
Did you just cut garlic or touched fish? Do you keep washing your hands, but you can’t get rid of the bed smell? No problem: rub your hands with some coffee ground and then wash them. Guaranteed result!

– Do-it-yourself
Add a bit of water to the coffee ground, get a brush and paint the scratches on old and dark furnitures.  

Beauty and Wellness

– Face mask
Mix the dried coffee ground with a spoon of coconut oil and apply the mixture to your face for around 10 minutes. After that, wash your face with lukewarm water. 

– Cellulite
Do you want to try an almost zero cost and homemade treatment? Mix the coffee ground with coconut or olive oil, and brown sugar. Then apply the mixture obtained on your skin for about 15 minutes (twice a week). 

– Hair
This is what you need for a healing hair treatment: 
– two spoons of dried coffee grounds
– three spoons of jojoba oil
Mix the ingredients together and apply the paste on the hair and leave it for 30 minutes. Then wash it. This process will reinforce your hair and will revive the natural color!

Lo sapevi che…? Consigli su 5 oggetti comuni

1) Spazzolino
Una persona in media utilizza più di 300 spazzolini nell’arco della propria vita! Visto il numero elevato, è un buon motivo per cominciare ad utilizzare quelli compostabili in legno.

2) Rasoio
In media una persona utilizza più di 50 rasoi monouso all’anno. Sono inoltre complicati da riciclare e in fin dei conti costosi. Perché non abbandonare i monouso e passare ad un rasoio al quale sostituire solamente le lamette all’occorrenza? Più eco-friendly e più economico!

3) Tazza
Quanti caffè ci capita di bere in ufficio in altrettanti bicchierini o tazzine di plastica? Tantissimi! Consiglio: portarsi da casa una tazza e lasciarla sul posto di lavoro!

4) Borraccia
Gli italiani consumano ogni anno circa 208 litri di acqua in bottiglia di plastica, classificandosi come i primi in Europa. Per cercare di cambiare la tendenza il consiglio che vi diamo è molto semplice: quando sei fuori casa, prendi con te una borraccia ed evita di comprare acqua in bottiglia. Qui avevamo dato dei consigli su come scegliere una borraccia.

5) Borsa di tela
Una persona in media utilizza all’anno 425 borse in plastica. Certo, ora la tendenza sta cambiando grazie ai sacchetti biodegradabili, ma è una buona abitudine uscire di casa con un paio di borse di tela per qualsiasi evenienza o spesa last-minute!

——–

1) Toothbrush
A person uses, on average, more than 300 toothbrushes during his life! Since this number is very high, it would be a good reason to start using wooden biodegradable toothbrushes.

2) Razor
On average a person consumes more than 50 disposable razors every year. They are also hard to recycle and, in the end, expensive. Why don’t you stop using them and you start buying razors that only need a new razor blade when necessary? More eco-friendly and cheaper!

3) Mug
How many coffees do we drink at the office in those tiny plastic cups or glasses? Too many! Tip: bring a mug from home and leave it at the office!

4) Plastic bottles
Italians consume around 208 liters of water contained in plastic bottles per year, which means we are the highest consumers in Europe. In order to change this trend we give a very simple tip: when you are out, bring a water bottle with you and avoid buying plastic bottles. Here we gave you some tips on how to choose a water bottle.

5) Tote bags
Every year 425 plastic bags are used, on average, by only one person. Now the trend is changing thanks to the biodegradable bags, but it is still a good habit to always bring with you a couple of tote bags!

Breve guida per scegliere una buona borraccia

Il desiderio di ridurre l’utilizzo della plastica si sta diffondendo sempre più, soprattutto quando si tratta di acqua da bere. Le soluzione più comune per evitare di comprare le famose bottigliette di plastica è l’acquisto di una borraccia. Se da un lato è piuttosto chiaro che far uso di una borraccia diminuisca la mole di rifiuti prodotta e l’impatto ambientale, dall’altro siamo sicuri che sia davvero il modo migliore per portare con sé dell’acqua da bere? Qual è la tipologia da preferire quando la si acquista? Quale materiale è il migliore per la nostra salute?

Caratteristiche di una borraccia

Prima di acquistare una borraccia bisogna aver ben presente alcune caratteristiche che permetteranno di trovare quella che faccia proprio al casa nostro:

  • il materiale (alluminio, plastica, acciaio, vetro)
  • il diametro del collo (non deve essere troppo ampio, per bere agevolmente senza sbrodolarsi, ma sufficientemente grande da consentire una buona pulizia)
  • la facilità di apertura (con una o due mani)
  • peso, capacità, ermeticità
  • la possibilità di lavaggio in lavastoviglie
  • l’isolamento termico (se si è alla ricerca di una borraccia termica)
Che materiale scegliere?

Plastica
Pregi: leggerezza, versatilità, prezzo

Difetti: può presentare alterazione del sapore del liquido contenuto causato dalla qualità della plastica e alle temperature di utilizzo

Alluminio
Pregi: leggerezza

Difetti: L’alluminio è un materiale altamente tossico e non è inossidabile per cui è necessaria l’applicazione di un rivestimento (solitamente di natura ceramica) all’interno del contenitore per isolare il metallo dal contatto diretto con la bevanda. Se il rivestimento interno presenta irregolarità o danneggiamenti è molto facile che prolifichino batteri e muffe. Spesso non è essere adatto per contenere liquidi grassi (latte, oli), bevande acide (succhi di frutta, bevande energetiche) o calde.

Vetro
Pregi: materiale maggiormente inerte dal punto di vista chimico, no tracce odorose dei liquidi contenuti (se lavato nel modo corretto)

Difetti: fragilità, peso elevato

Acciaio
Pregi: resistenza, inossidabile, inerte a ciò con cui viene a contatto, non conserva odori e sapori (se lavato nel modo corretto), bassa proliferazione di muffe e batteri.

Difetti: peso (maggiore della plastica)

Conclusioni

Sì, consigliamo molto le borracce, soprattutto quelle di acciaio, ma ovviamente dipende molto anche dall’uso che ne dovete fare. Se avete intenzione di utilizzarne una solamente in ufficio o in casa o comunque pensate di non doverla trasportare in giro, una borraccia (o una bottiglia) di vetro è caldamente consigliata.

Ah, se state pensando di riutilizzare la bottiglietta di plastica in PET, vi diciamo che sono progettate per essere monouso. Per cui, se proprio non avete scelta, riutilizzatela saltuariamente, altrimenti, per un uso quotidiano, acquistate una buona borraccia! Clicca qui per saperne di più sulle bottigliette di plastica!



The aim to reduce the use of plastic is growing faster, especially when it is about drinkable water. The most common solution to avoid the famous plastic bottles is to buy a water bottle. On one side it is very clear that a water bottle decreases the amount of waste produced and its environmental impact, on the other side are we sure it is the best way to carry water with us? What is the best option to buy? What is the best material?

Water bottle: characteristics

Before buying a water bottle, you should consider some characteristics in order to choose the one that fits better your needs:

  • material (aluminum, plastic, stainless steel, glass)
  • the diameter of the neck (not too wide in order to drink properly, but wide enough to make it easy to clean inside)
  • ease of opening (using one or two hands)
  • weight, capacity, hermetic seal
  • dishwasher safe or not
  • vacuum insulated or not
What material?

Plastic
Strengths: versatility, lightness, price

Weaknesses: the quality of the plastic and the temperature of the liquid can modify the taste

Aluminum
Strengths: lightness

Weaknesses: it is a very toxic material and it is not stainless, so it is necessary to cover the inside of the water bottle with a material (usually ceramic) that isolates the metal from the liquid. If the coating is not perfect or there are small damages, it is easy that bacteria and molds can grow. Aluminum is often not suitable to contain milk or oil based drinks, acid drinks (juices, energy drinks) or hot drinks.

Glass
Strengths: very high chemical inertia, no smells and flavors released by previous liquids (if washed properly)

Weaknesses: fragility, weight

Stainless Steel
Strengths: resistance, good chemical inertia, no smells and flavors released by previous liquids (if washed properly), low growth of molds and bacteria.

Weaknesses: weight (more than plastic)

Conclusions

Yes, we definitely suggest you to buy a water bottle, especially made out of stainless steel, but, of course, it depends on your needs. If you only use it at your office or at home and you don’t plan to carry it around, a glass water bottle is highly recommended.

If you are thinking about reusing a plastic bottle (PET), we can tell you they are designed for a single use only. If you have no other options, you can fill it a few times, but for a daily use, we recommend you to buy a water bottle! Click here if you want to read more about this topic!

5 motivi per interessarci a cosa mangiamo

Il modo in cui vediamo e diamo valore al cibo ha un forte impatto sul nostro pianeta poiché ogni azione o decisione e connessa a molte altre. Se cominciassimo ad interessarci maggiormente a cosa mangiamo, possiamo cambiare il trend attuale. Dal 21 al 24 gennaio 2020 si tiene il World Economic Forum presso Davos dove si parlerà moto di sostenibilità e di scelte etiche. Clicca qui per seguire la diretta!

5 fattori attuali
  1. Lo spreco alimentare ha creato il 10% delle emissioni di gas serra generate dall’uomo dal 2010 al 2016 (IPCC). Il 30% del cibo prodotto non viene consumato e, una volta andato a male, produce metano che è un gas serra 25 volte più impattante della CO(IPCC).
  2. La produzione di carne rossa rilascia metà delle emissioni di metano globale, le quali sono in crescita a causa della sempre maggiore richiesta del mercato (IPCC).
  3. Il suolo delle aree coltivate sta scomparendo 100 volte più velocemente di quanto se ne crei di nuovo e metà del terriccio superficiale è scomparso negli ultimi 150 anni. Questo processo porta all’erosione che rilascia carbonio nell’atmosfera e da adito a fenomeni come alluvioni e desertificazione (WWF).
  4. L’uomo ha un impatto su più del 70% delle terre libere dai ghiacci, causando il deterioramento di un quarto di esse (IPCC).
  5. Il 37% delle emissioni prodotte dall’uomo sono causate dall’uso del suolo incluso la deforestazione, la coltivazione e la produzione di cibo (IPCC).

Secondo l’ONU, cambiare il modo di utilizzare il suolo può potenziare il suo ruolo di assorbimento del carbonio dall’atmosfera e di immagazzinarlo in piante e nel terreno. Riforestare, utilizzare meno fertilizzanti chimici e far crescere le coltivazioni facendole ruotare annualmente aiuterebbe questo processo. Scegliendo il modo in cui vedere il cibo e l’importanza da dedicargli, possiamo cambiare le cose!

———

The way we perceive and give value to food has a heavy impact on our planet since every action or decision is connected to others. If we start caring more about what we eat, we can change the current trend. The 21st of January, 2020 (until the 24th) has begun the World Economic Forum at Davos, an annual meeting focused on sustainability and ethical choices. Click here to watch it live!

5 factors
  1. Food waste generated 10% of human made greenhouse gas emissions from 2010-2016. 30% of the food produced is not eaten and rotten food produces methane a greenhouse gas 25 times more potent than CO(IPCC).
  2. Producing red meat releases half of all methane emission that is now raising due to increased demand for beef in the world (IPCC).
  3. Soil is being lost 100 times faster than it’s being formed in farming areas and half of the topsoil has been lost in the last 150 years. This process leads to soil erosion that releases carbon in the atmosphere, flooding and desertification (WWF).
  4. Humans are impacting more than 70% of Earth’s ice-free land causing a quarter of that land to degrade (IPCC).
  5. 37% of all human-made emissions come from our use of land including deforestation, farming, food production (IPCC).

According to the UN, changing our use of land can boost its role as a carbon sink that absorbs carbon from the atmosphere and stores it in plants, soil and seedbeds. Reforesting, using fewer chemical fertilizers and growing crops year-round would definitely help this process. By choosing the way we see food and the importance we give it, we can bring change!

Pin It on Pinterest